Lo Statuto

STATUTO DELL' ASSOCIAZIONE CULTURALE – SPORTIVA - DILETTANTISTICA "A TUTTO TONDO"
Denominazione - Sede - Scopo  


Art. 1 - E' costituita una Associazione Culturale Sportiva dilettantistica denominata "A TUTTO TONDO"
Art. 2 - L'Associazione ha sede in Via Antonio Benucci n. 45, 61122 PESARO.
Art. 3 - L'Associazione avrà carattere permanente e potrà istituire sedi secondarie e/o uffici di rappresentanza in Italia. Potrà inoltre attivare rapporti di collaborazione e convenzioni con enti pubblici e privati per il raggiungimento degli scopi sociali mantenendo sempre la propria indipendenza.
Art. 4 - Scopi primari dell'Associazione sono:

La promozione e la diffusione, della musica e dell’arte e dello sport senza nessun confine di carattere e di gusto;

  1. la diffusione della musica e dell’arte, anche attraverso l’organizzazione di spettacoli, concerti, realizzazioni teatrali, manifestazioni sportive, anche attraverso seminari, convegni, munendosi di tutti i mezzi necessari e adottando tutte le necessarie opzioni per agire nel rispetto della normativa vigente e dello Statuto Sociale predisponendo centri di documentazione a servizio degli associati e dei cittadini anche tramite la gestione di un sito internet;
  2. la promozione della cultura con l’uso di nuove tecnologie, con la diffusione di siti internet e di nuove strategie di comunicazione anche con la loro progettazione e realizzazione grafica.

L’associazione si riserva inoltre di porre in essere l’attività di somministrazione di alimenti e bevande per soli soci al fine di costruire uno spazio di libero incontro e di occasioni di confronti interpersonali, nonché l’organizzazione e la promozione di viaggi, incontri e scambi culturali e sportivi anche con altre associazioni, anche all’estero, inerenti la propria attività.
La promozione, anche attraverso la costituzione interna, di gruppi che svolgano attività che consentano ai propri associati di apprendere, sviluppare, accrescere e diffondere le proprie conoscenze in tutte quelle attività che serviranno alla diffusione capillare ed alla crescita della cultura dello sport e dell’arte in genere, in particolare corsi di musica, di ballo, di teatro, corsi sportivi e/o culturali in genere per bambini, ragazzi e adulti, incontri di musicoterapica, di terapia sportiva, proiezioni di filmati e documenti nonchè riproduzioni e ricerca e/o distribuzione di pubblicazioni, edizioni fotografiche, prodotti televisivi e cinematografici, progettazioni grafiche, mezzi audiovisivi e multimediali, costumi, vestiti, oggettistica, bigiotteria, strumenti musicali, stoffe ed altro materiale di interesse artistico, sportivo e culturale..
Compiere tutte le operazioni finanziarie, mobiliari ed immobiliari necessarie e/o utili per il raggiungimento dello scopo sociale.


Patrimonio- Esercizi sociali

Art.5 Il patrimonio è costituito:

  1. Dal capitale iniziale versato dai soci fondatori;
  2. Dai beni mobili ed immobili che diverranno di proprietà dell’Associazione;
  3. Da eventuali fondi di riserva costituiti con le eccedenze di bilancio;
  4. Da eventuali erogazioni, donazioni e lasciti.
  5. Da ogni altra entrata in conto capitale che concorra ad incrementare il patrimonio sociale.

Le entrate dell’Associazione sono costituite:

  1. Dalle quote sociali;
  2. Dai contributi volontari versati dai soci o da terzi;
  3. Dai contributi pubblici;
  4. Dal ricavato dell’organizzazione di manifestazioni o partecipazioni ad esse;
  5. Da ogni altra entrata che concorra ad incrementare l’attivo sociale.

Art.6 L’esercizio sociale si chiude il 31 dicembre di ogni anno, il primo esercizio sociale si chiuderà il 31/12/2015.
Il Consiglio Direttivo provvede entro 4 mesi dalla chiusura dell’esercizio alla compilazione del rendiconto economico/finanziario.
E’ espressamente vietato distribuire, anche in modo indiretto, utili e avanzi di gestione, fondi riserve o capitale durante la vita dell’Associazione, a meno che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per legge o siano effettuate a favore di ONLUS che per legge, statuto o regolamento fanno parte della medesima ed unitaria struttura.


Associati

Art. 7 Possono assumere la qualifica di soci tutti i cittadini appartenenti alla comunità europea e tutte le persone fisiche extracomunitarie i cui paesi di origine hanno istituito rapporti di reciprocità con l’Italia.
I soci si dividono in due categorie:

Soci fondatori, ovvero quelle persone che sono intervenute alla costituzione dell’Associazione; la loro appartenenza all’Associazione è fino a revoca o dimissioni, hanno diritto di voto e sono eleggibili alle cariche sociali.

Soci ordinari, persone che ne facciano richiesta al Consiglio Direttivo ottenendone l’ammissione o che abbiano offerto un particolare contributo alla Associazione ed alle quali la stessa debba particolare riconoscenza; la loro appartenenza all’Associazione è di un anno e potrà essere rinnovata di anno in anno previo versamento della quota sociale che verrà annualmente stabilita dallo stesso Consiglio Direttivo. Essi hanno diritto di voto e sono eleggibili alle cariche sociali. Per i minori è necessario l’assenso di un genitore.

La qualifica di socio, con i connessi diritti e doveri, si acquisisce con la delibera del Consiglio Direttivo, la relativa iscrizione al libro dei soci e consegna della tessera associativa. I soci fondatori che non avranno presentato per iscritto le loro dimissioni entro il 30 novembre di ogni anno saranno considerati soci anche per l’anno successivo.

Art. 8 La qualità di socio si perde per decesso, dimissioni e indegnità; la indegnità verrà sancita dall’Assemblea dei soci. Ogni qual volta venga meno un socio componente degli organi sociali per dimissioni, decesso o indegnità, l’Assemblea dei soci potrà sostituirlo valutando di volta in volta la richiesta di ammissione di nuovi soci estranei all’associazione o già annoverati tra i nominativi dei soci.


Organi sociali

Art.9 Gli organi sociali sono:

  1. Il Presidente;
  2. Il Consiglio Direttivo;
  3. L’Assemblea dei Soci;
  4. Il Collegio dei sindaci o del revisore unico, se nominati.


Amministrazione

Art.10 L’Associazione è amministrata da un Consiglio Direttivo composto da 3 membri eletti dall’Assemblea dei Soci con durata illimitata. In caso di dimissioni o decesso di un membro del Consiglio Direttivo gli altri membri provvederanno alla sua sostituzione chiedendone la convalida alla prima Assemblea utile.

Art.11 Il Consiglio Direttivo nomina il Presidente tra uno dei suoi membri.

Art.12 Nessun compenso è dovuto ai componenti il Consiglio Direttivo, ai quali verranno rimborsate solo ed esclusivamente le spese sostenute in ragione dell’ufficio.

Art.13 Il Consiglio si riunisce tutte le volte che il Presidente lo ritenga necessario o ne sia fatta richiesta da almeno due dei suoi membri e comunque una volta all’anno. I verbali delle riunioni verranno trascritti nell’apposito libro sociale e sottoscritti dal Presidente e dal Segretario.

Art.14 Il Consiglio è investito dei più ampi poteri per l’amministrazione ordinaria e straordinaria dell’Associazione, senza limitazioni. Esso procede alla compilazione dei bilanci annuali da sottoporsi all’Assemblea dei Soci per la sua approvazione. Predispone il regolamento interno dell’Associazione che, previa approvazione dell’Assemblea stabilirà obblighi e diritti di tutti i soci. L’osservanza del regolamento interno è obbligatoria per tutti gli associati.

Art.15 Il Presidente rappresenta legalmente l’Associazione nei confronti di terzi ed in giudizio, cura l’esecuzione dei deliberati dell’Assemblea e del Consiglio; nei casi di urgenza può esercitare i poteri del Consiglio, salvo ratifica da parte di questo alla prima riunione.


Assemblee

Art.16) L’Assemblea è ordinaria o straordinaria. L’Assemblea è convocata almeno una volta all’anno, anche fuori dalla sede sociale, mediante comunicazione da inviarsi a ciascun socio e mediante affissione presso la sede dell’Associazione dell’avviso di convocazione, contenente l’ordine del giorno, almeno 10 giorni prima di quello fissato per l’adunanza.
L’Assemblea può essere convocata su domanda motivata e firmata da almeno un terzo dei soci.
L’Assemblea ordinaria delibera:

  • Sull’approvazione del bilancio e sulla destinazione o copertura rispettivamente dell’avanzo o disavanzo di gestione;
  • Sull’ammontare delle quote sociali dovute dai soci;
  • Sull’approvazione del regolamento interno e relative modifiche;
  • Sulla nomina dei componenti del Consiglio Direttivo;
  • Su quanto altro a lei demandato per legge o per statuto.

L’Assemblea straordinaria delibera:

  • Sullo scioglimento dell’Associazione e devoluzione del patrimonio;
  • Sulle modifiche dell’Atto Costitutivo o dello Statuto;
  • Sul trasferimento della sede.

Art.17 Hanno diritto di intervenire all’Assemblea tutti i Soci. Ogni socio può delegare un altro a rappresentarlo in Assemblea ma nessun socio può avere più di una delega. Per la regolare costituzione dell’Assemblea e per la validità delle sue deliberazioni è necessario che sia presente almeno la metà più uno dei soci ed il voto favorevole del 2/3 dei presenti.

Art.18 L’Assemblea è presieduta dal Presidente del Consiglio Direttivo ed in caso di sua assenza o impedimento da persona eletta dall’Assemblea stessa. Il Presidente dell’Assemblea nomina un segretario ed eventualmente due scrutatori. Spetta al Presidente dell’Assemblea di constatare la regolarità delle deleghe ed in genere il diritto di intervento all’Assemblea. I verbali delle riunioni verranno trascritti su apposito libro e saranno sottoscritti dal Presidente dell’Assemblea e dal Segretario ed eventualmente dagli scrutatori.


Scioglimento

Art.19 Lo scioglimento dell’Associazione è deliberato dall’Assemblea la quale provvederà alla nomina di uno o più liquidatori. E’ fatto obbligo di devolvere il patrimonio dell’Associazione ad altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale o a fini di pubblica utilità, sentito l’organismo di controllo di cui all’art.3, comma 190, della legge 23/12/1996 n.662, salvo diversa destinazione imposta dalla legge.


Controversie

Art.20 Tutte le eventuali controversie che dovessero sorgere tra i soci e tra questi e l’Associazione o suoi organi saranno sottoposte, in tutti i casi non vietati dalla legge, alla competenza di un collegio di tre probiviri da nominarsi dall’Assemblea; essi giudicheranno ex bono ed ex aequo senza formalità ed il loro giudizio sarà inappellabile.

Art.21 Per tutto quanto non previsto nel presente Statuto si fa espresso riferimento alle norme di legge in materia.


Pesaro, 26/03/2015
Letto, firmato e sottoscritto

Pierangeli Fabio
Brancaccio Diego
Liera Alessandro
Del Bianco Valentina

I NOSTRI PARTNER
© 2016 Atuttotondo. Tutti i diritti riservati. | P.I. 02576030411
Credits elmweb